venerdì 9 gennaio 2009

Budino di tapioca


Questo è un dessert molto light e molto delicato.

La ricetta originale è tratta da "I Dolci Naturali", di edizioni Tecniche Nuove, ma vi ho apportato alcuni cambiamenti.

La tapioca è la fecola ottenuta dalla radice di una pianta tropicale, la manioca. Ce ne sono due tipi una in perle (piccole perle bianche), e una farina vera e propria.


Budino di Tapioca


  • 100 gr tapioca in perle
  • 3 cucchiai di sciroppo d'acero
  • 250 ml latte di soia
  • 1 cucchiaio di melassa
  • 250 ml + 200 ml di acqua
  • 1 stecca di vaniglia
  • 50 g mandorle sgusciate
  • 1 pizzico di sale

Mettere la tapioca in una ciotola con i 200 ml d'acqua e lasciarla gonfiare fino a quando l'acqua non sarà stati assorbita quasi del tutto, circa 30 - 40 minuti.

Mettere a scaldare l'acqua e il latte, con il sale e la stecca di vaniglia fatta a pezzetti. Portare il tutto a bollore e poi aggiungere la tapioca. Riportare ad ebollizione e da questo momento calcolare 10 minuti a fuoco basso, mescolando spesso. Nel frattempo versare il cucchiaio di melassa sul fondo di uno stampo da budino e preparare dell'acqua bollente da utilizzare per la cottura a bagnomaria. Scaldare il forno a 180 gradi.

Trascorsi i minuti necessari aggiungere lo sciroppo d'acero e le mandorle e mescolare. Versare nello stampo con la melassa e posarlo in una teglia dai bordi alti piena, fino a circa metà dello stampo da budino, di acqua bollente. Informare la teglia e calcolare 40 minuti. Finita la cottura togliere dalla teglia e lasciare raffreddare per poi mettere il budino in frigo per un paio d'ore almeno.

Sformarlo e servire.

1 commento:

Azabel ha detto...

Slurp!
Ovviamente io ho la farina di tapioca e non le perle, in casa... dici che viene lo stesso?